Rifiuti, grazie a Fratelli d'Italia smascherate situazioni illecite



 Il coordinatore cittadino di Fratelli d'Italia, Andrea Santoro, ha rilasciato la seguente dichiarazione:
"I rifiuti a Napoli ed in Campania restano una ferita aperta, quasi inguaribile. Lo dimostrano le vicende giudiziarie delle ultime ore. E non mi riferisco solo agli avvisi di garanzia giunti a personalità "eccellenti" delle amministrazioni De Luca e De Magistris, ma anche a vicende che solo apparentemente possono sembrare più marginali, come i sequestri di due siti a Pianura, avvenuti nel giro di pochi giorni. Prima l'isola ecologica, che non era assolutamente a norma. Poi il sito di trasferenza nei pressi della Circumflegrea, dove invece di fare il travaso da camion più piccoli a quelli più grandi, era stato allestito impropriamente e senza alcuna autorizzazione un deposito temporaneo di stoccaggio dei rifiuti. Attività irresponsabili messe in campo da ASIA e dall'Amministrazione De Magistris, con enormi disagi per i residenti che lamentavano cattivi odori e polveri sprigionate nell'aria, in particolare lì dove venivano stoccati gli ingombranti. Il quartiere di Pianura trattato con disprezzo dall'Amministrazione Comunale, trasformato a pezzi in una discarica a cielo aperto. Un atteggiamento arrogante, che dimostra il senso di impunità che avevano raggiunto certi amministratori locali, convinti di poter gestire i rifiuti a proprio piacimento, senza rispettare le leggi e senza rispettare la qualità della vita dei cittadini di Pianura. Sono orgoglioso che questa mala-gestione sia stata smascherata grazie alle puntuali denunce fatte da un consigliere di quartiere di Fratelli d'Italia, Lino Strazzullo".

Post più popolari